Stranezze americane

In questo forum è possibile scrivere i propri commenti in merito al sito Siamo.Li

Stranezze americane

Postby Milijan » 26 Jan 2005, 21:35

Oggi mi è giunto un e-mail del quale ho l'intenzione di verificare la plausibilità... Eccolo qui.

SUCCEDE SOLO IN U.S.A. :?

Solo in America...

... una pizza puo' arrivarti a casa piu' rapidamente di un'ambulanza

... trovi dei parcheggi riservati agli handicappati davanti ad una pista di pattinaggio

... nei drugstore i malati devono camminare fino in fondo al negozio per avere le proprie medicine mentre le persone sane trovano le sigarette all'ingresso

... la gente ordina un doppio cheeseburger, un piattone di patatine fritte ed una diet coke

... le banche lasciano tutte le porte aperte ed incatenano le penne agli sportelli

... si lasciano macchine del valore di migliaia di dollari nel vialetto e si ripone nel garage un mucchio di robaccia inutile

... si usano le segreterie telefoniche per filtrare le chiamate ma si usa l'attesa di chiamata per non perdere le telefonate di qualcuno al quale prima non si voleva rispondere

... si comprano i wurstel per gli hot dog in pacchetti da dieci ed i panini in pacchetti da otto.

... si usa la parola "politics" per descrivere cosi' bene il processo relativo alla politica: "Poli" in latino significa "molti" e "tics" significa "creature che succhiano il sangue" (zecche n.d.r.)

... ci sono bancomat accessibili direttamente dalle automobili con le scritte in Braille (il linguaggio per i ciechi ndr, noti guidatori...)


:o Non basta? Ecco alcune etichette bizzarre poste su alcuni prodotti:

Su un asciugacapelli in vendita presso la catena Sears: "Non usare durante il sonno" (Accidenti! E' il solo momento nel quale posso occuparmi dei miei capelli)

Su un sacchetto di patatine: "Potresti essere un vincitore! Non e' necessario acquistare. I dettagli all'interno. (Evidentemente un'offerta speciale per i taccheggiatori)

Su una saponetta Dial (comune sapone): "Istruzioni: usare come un normale sapone." (oppure?)

Su alcuni pasti congelati Swanson: "Consigli per la fruizione: scongelare" (Ma e' solo un consiglio...)

Sulla confezione del Tiramisu Tesco's (stampata sotto la scatola): "Non capovolgere" (Oops... troppo tardi)

Sul pudding della Marks & Spencer: "Il prodotto sara' bollente dopo essere scaldato (Certo come la notte che segue il giorno)

Sull'imballo di un ferro da stiro Rowenta: "Non stirare gli indumenti indossandoli" (Ma non si risparmierebbe tempo?)

Su una medicina per la tosse per bambini: "Non guidare autovetture né condurre macchinari dopo aver assunto questa medicina" (Tenere lontani questi ragazzini di 5 anni con l'influenza dai trattori ridurrebbe di molto gli incidenti nel mondo del lavoro agricolo)

Sul sonnifero Nytlon: "Attenzione!: Puo' causare sonnolenza"(Auspicabile)

Sulla maggior parte delle confezioni di luci di Natale: "Solo per uso interno ed esterno". (Altrimenti...?)

Su una di quelle macchine multiuso da cucina giapponese: "Da non usarsi per altri usi" (ah! ovviamente)

Sulle noccioline Sainsbury: "Avvertenza: contiene noccioline" (effettivamente non raccontano balle..)

Su un pacchetto di noccioline della American Airlines: "Istruzioni: aprire il pacchetto, mangiare le noccioline" (ecco perchè Bin Laden ha scelto questa compagnia...)

Su un costume da Superman per bambini: "Indossare questo indumento non abilita al volo" (ah no? io ci speravo)

Beh, che dire, dal momento che molto presto varcherò l'oceano ( :shock: ), mi occuperò di prima persona di scovare stranezze varie e non mancherò di segnalarvele in questa sede :wink:
Milijan
 
Posts: 119
Joined: 25 Jan 2004, 19:57
Location: Locarno

e a scuola...

Postby Milijan » 29 Jan 2005, 16:57

Gli studenti dello stato dell'Ohio, qualora dovessero avere la brillante idea di non fare i compiti attribuiti loro dai cari :D maestri, rischiano di ritrovarsi... in tribunale, davanti a un vero giudice che li punirà con una vera sentenza.
Caspita un mio allievo rischierebbe la prigione a vita :twisted:
Milijan
 
Posts: 119
Joined: 25 Jan 2004, 19:57
Location: Locarno

Una canzone che narra parecchie verità

Postby Milijan » 14 Oct 2007, 11:25

Questa mattina, alla radio, ho sentito un brano di Enrico Ruggeri. Ancora un po' stordito, essendomi da poco svegliato, a quel momento ho prestato solo poca attenzione al testo.
Una volta rincasato ho cercato la canzone in rete ed ecco qui il risultato della ricerca: un testo, forse un tantino "acido", ma tutt'altro che falso...

L'americano medio (E.Ruggeri)

Ho paura della delinquenza
e mi chiudo in casa a chiave
ho un allarme in mezzo ai fiori
collegato alla centrale
quando è buio non esco mai

Ho paura delle malattie
che si trasmettono con le mani
mi vaccino contro ai baci
e tengo d'occhio la glicemia
con le donne non cerco guai

Non do troppa confidenza
a chi viene da lontano
seguo il mio concetto sano di prudenza

Perchè io ho paura
sto morendo di paura
non capisco la paura che hai di me
(Sono l'americano medio)
Dio dei normali libera dal male tutto il mondo razionale

Ho paura del caldo killer
ma anche del freddo e della neve
della carne quando scade
e di zanzare e di tepul
di ciò che dicono in tv

Ho paura di attentati
di terroristi così spietati
delle bombe,del corano
e del colore che non è il mio
di chi non prega il nostro Dio

Non si può pagare il costo
di chi arriva da lontano
e spaventa noi che stiamo al nostro posto

Perchè io ho paura
sto morendo di paura
non capisco la paura che hai di me
(Sono l'americano medio)
Dio di norma libera dal male tutto il mondo commerciale

Ho paura di tutto quello
che non ho mai saputo capire
ho paura dell'ignoto
ho paura

Così io ho paura
sto morendo di paura
non capisco la paura che hai di me
(Sono l'americano medio)
Dio dei normali libera dal male tutto il mondo occidentale
Milijan
 
Posts: 119
Joined: 25 Jan 2004, 19:57
Location: Locarno


Return to Siamo.Li Guestbook

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests

cron